Centro diurno arcobaleno

Dipendenze

La struttura è situata in prossimità del paese di Urgnano ed è circondata dal verde. É all’interno di una grande cascina caratterizzata dalla presenza di altri servizi socio-sanitari gestiti da realtà pubbliche e private diverse.

 

 

Si tratta di una realtà semiresidenziale dove i soggetti possono trovare, in un ambiente alternativo al proprio contesto di vita (famiglia, casa, strada), un distacco dalla propria quotidianità per poter ritrovare un tempo e uno spazio che, con gradualità, favorisca la ripresa di un progetto di vita. Attraverso la collaborazione e il lavoro in rete con altri enti e servizi del territorio, promuove la costruzione di progetti personalizzati e graduali volti al reinserimento sociale e/o lavorativo “possibile”. L’intervento ha come aspetto prioritario l’accompagnamento educativo nella quotidianità: è nella condivisone della giornata e nel fare insieme che si costruisce una relazione, che permette di ri-sperimentare una dimensione di appartenenza e di re-investire gradualmente in un percorso di cambiamento. Proprio in questa ottica, nel progetto vengono coinvolti enti e servizi del territorio di appartenenza e, quando possibile e opportuno, il partner, la famiglia d’origine e/o acquisita, la rete sociale di riferimento.

L’équipe lavora sulla base di progetti personalizzati: gli obiettivi, calibrati sulle singole situazioni, sono volti al miglioramento della qualità della vita e al raggiungimento del reinserimento sociale e/o lavorativo possibile, per quella persona, in quello specifico momento della propria vita.

Destinatari del servizio

Il Centro Diurno Arcobaleno è un servizio terapeutico riabilitativo semiresidenziale per soggetti con disturbi da uso di sostanze, con 23 posti accreditati, di cui 11 a contratto.

Il servizio è rivolto a soggetti con problematiche di alcol o tossicodipendenza, sia maschi che femmine, in condizione di marginalità sociale, che decidono liberamente di intraprendere un percorso pedagogico. Può trattarsi, in particolare:

  • di persone, con lunghe storie di dipendenza, che necessitano di un accompagnamento educativo nella quotidianità e di un percorso volto alla graduale inclusione sociale e/o lavorativa;
  • di persone con situazioni multiproblematiche dal punto di vista sanitario, sociale e/o psicologico, che abbiano bisogno di un percorso volto al miglioramento della qualità della vita;
  • di soggetti che abbiano bisogno di un “progetto ponte”, per “prendere le distanze” dalla propria quotidianità e costruire le premesse per un successivo ingresso in comunità terapeutica.

Per i posti a contratto, il corrispettivo per le prestazioni è posto a carico della Regione Lombardia per tramite dell’ATS (Agenzia di Tutela della Salute) e nulla viene richiesto a utenti e loro famiglie per lo svolgimento del programma. Sono invece a carico degli utenti e delle loro famiglie le spese personali, (vestiario, prodotti igiene personale, trasporti, ticket su visite specialistiche e farmaci, accompagnamenti e disbrigo pratiche personali ecc.). Sono altresì a carico degli utenti eventuali spese legali e le spese sanitarie non riconosciute dal Servizio Sanitario Nazionale. 

organizzazione del servizio

Il personale

Presso il Centro Diurno pedagogico riabilitativo operano:

  • un Responsabile di progetto – Assistente Sociale;
  • un Educatore Professionale;
  • uno Psicologo
  • un’Assistente Sociale.

Presso il centro Diurno prestano la loro opera un gruppo di volontari esterni, tutti aderenti all’Associazione Comunità Emmaus Onlus.

La giornata

Il Servizio è aperto da lunedì a venerdì dalle ore 8.30 alle ore 16.30 e il sabato per 8 ore complessive, con orario flessibile a seconda delle attività concordate con il gruppo. L’apertura è garantita durante tutto l’anno solare, a esclusione dei giorni festivi.

La modalità di frequenza di ciascun ospite, definita a partire dai bisogni della persona e dagli obiettivi concordati, è descritta nel Progetto personalizzato.

L’organizzazione della giornata prevede uno schema “tipo” che viene declinato nella quotidianità con il coinvolgimento attivo degli ospiti, attraverso il gruppo di programmazione effettuato ogni mattina.

Procedura d'accoglienza

L’accesso al servizio avviene tramite la segnalazione dai servizi ambulatoriali per le dipendenze -SerD o SMI . Successivamente seguono alcuni colloqui con l’utente, volti a presentare il servizio, a rilevare le motivazioni, le aspettative e i bisogni, nonché a verificarne la compatibilità con la proposta terapeutica. In caso di conclusione positiva del percorso di valutazione, si procede alla restituzione dell’esito dei colloqui al servizio inviante e alla presa in carico o inserimento in lista di attesa.

É altresì possibile l’accesso diretto da parte dell’utente. In questo caso, dopo i colloqui iniziali di valutazione, si provvede in accordo con il diretto interessato a coinvolgere SerD o SMI. Requisito necessario per l’accesso è in ogni caso la certificazione di dipendenza rilasciata dal SerD-SMI.

N° POSTI ACCREDITATI
23
N° POSTI A CONTRATTO
11
N° POSTI DISPONIBILI
4
LISTA D’ATTESA
0

Chiedi aiuto

Centro Diurno Arcobaleno
Via Battaina 901 – 24059 Urgnano (BG)
Tel./Fax 035 41.80.263

SCRIVICI

5 per mille

Se vuoi aiutarci, ci sono molti modi.

SCOPRI
Comunità Emmaus Comunità Emmaus